L’AUTOMOBILE

 

La mia topolino

 

Me ricorde la fiat topolino

par mi an miracolo divino

anca se ogni tant la se fermea.

Alora al spinterogeno bastea

regolar e tut al ndea a posto

e podee riprender presto

al viaio sereno e preparà

in caso de necessità

co passion e pazienza

a rifar l’esperienza

de la riparazion.

Se la bateria la era finida

no cambiea gnent ne la me guida:

tre giri de manovela sot al radiator

e pronti a ripartir senza alcun timor

I viagi i era na gioia vera

tut l’ano ma specie in primavera

bel tempo, strade libere e carburante

che nol costea quasi gnente

Al di d’en cò, guai che la vettura

no la vae in moto, l’è na sciagura,

no conta penderla in discesa,

sol l’eletronica la ha la pretesa

e de risolver la situazion.

Par le strade l’è na disperazion:

code senza fine, soste e blocchi

par sti poveri e sciocchi

automobilisti sot al sol ardente.

Tu pol eser al massimo prudente

ma prima o dopo qualche deficente

al te sfonda na portela o al paraurti

e dopo i par proprio veri furti

i soldi che par la riparazion

doveria darte l’assicurazion

Ma i progressi i è imponenti

e riverà machine nove e potenti

che par strada da sole le camina

rispetando i segnal, la strada drita

opur se a forma de serpente

pronte a manovrar perfetamente

volante, motor, fren ed anca tut al resto

par farte rivar a casa ben e presto

Mi de paura saria tremante

par sta machina senza volante

senza fren, acelerator e specialmente

senza l’utista che ragiona co la mente

Me risulta anca che ades i sta par costruir

na machineta – treno lungo e rotante

formà da tante celle picolete e tute quante

tacade l’una a l’altra par formar un serpente

che camina su strada. Ti tu ghe dis la destinazion.

No serve pi gnent: la to cella risolve ogni question,

par tacarte su una fila de celle pari pari

metendote insieme co tutti quei che anca lori

i ha la to stessa meta in mente.

Sto treno de machinete tacade stabilmente

par strade e strade al fila e, se necessario

al te fa cambiar binario

spostandote in ten fià

sul prossimo treno che riva al paese ricercà

Ma mi pense continuamentee che i futuri viventi

i ndarà ancora molto molto più avanti

Par esempio mi vederia ben na sorte

de cabine telefoniche tute de fer e cole porte

dove che tu entra e tu ghe dà la to destinazion

ma, del to DNA esendo ben nota ogni informazion,

al sistema istantaneamente tute le to cellule

al decompone una par una in parti piccole

trasformdole in bit del onnipotente compiutere

che, trasmesse in quella certa destinazion, via etere

al è in grado in an bater de ciglia

poc dopo de ricomporte de novo e a meraviglia

come tu era prima però distante mille miglia.

Par esempio par ndar d’america in tela tera

al di den cò che oria na giornada intiera .

Gnete afato, col me sistema pochi secondi

i e pì che suficienti par trovarte quel steso dì

in America fresco riposà e co i to vestì

Na vera meraviglia senza paura de volar

disguidi, tempi lohghi e problemi de magnar

senza scosse, discorsi commenti:

Un tac e ti tu sè già rivà ai quattro venti

Me vien an dubbio atroce, tremendo:

ma se succede qualche sbaglio

de manovra o ne la scomposizion de la materia

dove va a finir la to persona in realtà ed in teoria?

Forse la entra dentro na digital memoria.

Come an disco DVD o na chiavetta USB o forse

su una de quele isole artificiali in medo al mar

fate aposta par miliardi de dati conservar

par sempre ti compreso e consenziente ?

No, no al sistema molto previdente

risolve anca sto problema rapidamente

In realtà ti tu era già entrà nell’al di là

fin dal momento che le to cellule i te avea smontà

e la soluzion bela e pronta eccola qua:

se in vita tu se stat bon i te sposta an poc de lato

e tu entra in paradiso felice e beato

se inveze tu ghe ne a sempre fat de tuti i colori

la è la olta bona che tu proe all’inferno i to dolori

basterà soltanto spostarte gna scianta pi in basso.

Pensandoghe ben tut quel che è successo

al è un normale incidente stradale

un grave ma semplice scontro frontale

che anca ades al succede assai spesso

e dove qualche d’un al trova decesso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *