5.1.9) UNA STRANA GARA

Un altro passatempo dei giovani consisteva nella gara per riuscire a mandare la pipì il più lontano possibile. Ben allineati sopra un muro, dirigevamo il getto sulla sottostante strada polverosa dove era facile rilevarne le varie lunghezze. Berto, affermava che la nostra gara era un gioco da bambini se confrontata con quello che, in questo settore, egli era in grado di fare e scommise che, stando sulla via Garibaldi, sarebbe arrivato, attraverso  la porticina, fino all’interno della cabina di proiezione del cinema. Si trattava chiaramente di un’impresa impossibile visto e considerato che era da vincere un dislivello di quasi quattro metri. La sfida ebbe luogo, io non ero presente e stento a credere in un suo esito positivo. C’è però Bepi, che assistette alla singolare tenzone, che anche a distanza di molti anni sostiene che Berto, tramite strane manipolazioni che non è il caso di riportare qui, è riuscito a far entrare qualche goccia di pipì all’interno della cabina vincendo la scommessa!
Mi rendo conto che l’argomento trattato nel presente capitolo rasenta i limiti della decenza e quindi sarebbe stato il caso di ometterlo dal racconto. Considerato però che mi piace rilevare la profonda trasformazione che in molti campi del vivere si è avuta nell’ultimo mezzo secolo, trovo interessante il confronto tra la attuale situazione che, riguardo all’argomento medesimo, sussiste tra gli uomini anziani come il sottoscritto, reduce tra l’altro da un intervento alle vie urinarie volto ad attenuarne i problemi, e gli stessi maschi che, cinquanta anni fa, potevano addirittura permettersi di farne oggetto di gare come quelle descritte. Il cambiamento, così notevole da indurmi a non farlo passare nonostante tutto sotto silenzio, è confermato dalla credenza, molto diffusa in quel di Quero, in base alla quale le scarpe degli uomini anziani sarebbero tutte, con chiara allusione, corrose in punta!

 

SEGUE AL PROSSIMO ARTICOLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *