UN ORIGINALE PROGETTO REDATTO A QUERO NEL 1872

Un capitolo completamente sconosciuto della storia di Quero e precisamente un progetto redatto nel 1872 da Faccinetto Giovanni, un geniale ingegnere querese.

Viene pubblicato un capitolo completamente sconosciuto della storia di Quero. Siamo nell’anno 1872 ed i problemi sono molto diversi da quelli odierni. Non è la crisi economica che preoccupa ma, …. la guerra. A Roma un intraprendente e geniale ingegnere querese propone al Governo Italiano una organizzazione militare veramente rivoluzionaria. Presenta infatti ai Deputati del Parlamento un completo progetto di organizzazione militare offensiva e difensiva costituita non da fortini, mura , trincee e simili opere fisse e tradizionali bensì da una ferrovia con treni aventi vagoni rivestiti di ferro e piombo dentro i quali staziona tutta la forza militare italiana pronta ad intervenire ovunque percorrendo in lungo ed in largo l’Italia e che grazie alla sua eccezionale mobilità è in grado di sorprendere alle spalle oppure di sfuggire al nemico con un esercito mobilissimo quale può essere quello piazzato su vagoni ferroviari blindati ed armati di tutto punto.
Tutto il progetto è dettagliatamente descritto nella relazione presentata al governo italiano in data 1 giugno1972 e di cui è venuta improvvisamente alla luce una copia. Peccato manchino in disegni della originale ferrovia che risultano essere stati allegati né sia dato sapere se quale è stato l’esito del progetto.
Allegata copia originale della relazione presentata al Governo di Roma. Ulteriori notizie possono essere chieste direttamente ai fratelli Faccinetto Luigi e Giuseppe ben noti queresi che del geniale ingegnere d’altri tempi sono i discendenti diretti.