IDEE

VISORE PER CIECHI

Vengono descritti degli occhiali nei quali le due lenti sono sostituite da microcamere atte a rilevare e far percepire ai non vedenti una rudimentale immagine della visuale  che sta loro davanti

 

 

 

 

 

 

SENSORE PER NON VEDENTI

L’articolo riguarda una singola parte del “visore per ciechi” descritto nel precedente  e cioè un dispositivo munito di piolini vibranti che applicato al ventre del non vedente, si pensa sia atto a fargli percepire delle immagini di oggetti preventivamente riprese ed elaborate dalle annesse apparecchiature ed in particolareatto  a facilitare l’uso dei programmi applicativi di un normale personal computer.

 

 

CESOIA A TAGLIO CONTINUO

Viene descritto nella presente nota un attrezzo a disco rotante che consente di effettuare dei tagli continuativi di materiali vari e soprattutto della carta

 

 

 

 

 

 

GIROSCOPIO PROPULSORE

Viene  descritto  un giroscopio assolutamente particolare in quanto dotato della possibilità di modificare il suo assetto tramite creazione di uno squilibrio, opportunamente regolato, delle sue masse rotanti. Tale squilibrio  darebbe origine ad una forza applicata all’insieme e rivolta, a piacere, nelle quattro direzione

 

 

 

 

 

 

 

CONVETTORE STATICO PER TERMOSIFONI

Il convettore consiste in molteplici lamiere in rame da inserire tra gli elementi del radiatore per aumentare la superficie radiante il calore

 

 

 

 

 

OCCHIALI SALVANEVE SENZA LENTI

Il dispositivo è costituito da un visore  posto davanti agli occhi dello sciatore e caratterizzato dfa una perfettta tenuta d’aria nel suo contorno a contatto con il viso in modo da costringere i fiocchi di neve a girare attorno al viso senza mai colpire gli occhi e quindi salvaguardandone la funzione di perfetta visione .

 

 

 

CAVI ATTORCIGLIATI

Si  presentano semplici tregole di vita quotifiana come quella di evitare che i cavi elettrici si attorciglino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’UTILIZZAZIONE DEL CAD PER LA RISOLUZIONE ANALITICA DI ALCUNI PROBLEMI

Considerato che le modalità di archiviazione delle immagini vettoriali del CAD sono analitiche e quindi molto precise, se nell’input vengono rispettate alcune regole, si possono ottenere dal computer risultati  di estrema esattezza assolutamente impensabili nel caso di disegno classico fatto a mano.

 

 

COME RIUTILIZZARE IL TAPPO ORIGINARIO DELLA BOTTIGLIA DI SPUMANTE

 

Ecco come fare per poter riutilizzare il tappo della bottiglia di spumante.

 

 

 

 

 

INQUINAMENTO ATMOSFERICO : SI VUOLE VERAMENTE PORVI RIMEDIO?

Un importante contributo al miglioramento delle qualità dell’aria che respiriamo potrebbe essere ottenuto utilizzando l’energia elettrica in sostituzione dei prodotti petroliferi.

 

 

 

GRANDI TEMI CHE ASSILLANO LA MODERNA SOCIETA’

Si elencano dei provvedimenti che, nel settore del rifornimento idropotabile, darebbero soluzione ad alcuni dei problemi fondamentali.

 

 

SOCIETA’ DI SERVIZI PER LA GESTIONE GLOBALE INFORMATIZZATA DEGLI ACQUEDOTTI

La costruzione e la gestione dei servizi idropotabili-. come viene spiegato in questo sito, è affetta da gravi difetti cui non si rimedia per una specie di apatia verso le novità. Nell’articolo si propone agli industriali che attualmente difettano di commesse nel loro campo specifico, di organizzare una società di servizi atta ad offrire una attività gestionale  e quindi  un forte contributo organizzativo di cui l’articolo indica i dettagli.

 

 

 

UTILIZZARE LE ONDE DI MARE PER PRODURRE ENERGIA ELETTRICA

Il modo migliore per  difendere la costa del mare dai danni provocati dalle onde non  è quella di erigere una  robusta  d barriera  in calcestruzzo ma invece di opporsi alla violenza liquida con una superficie elastica cedevole. Nel caso specifico tale superficie consiste in un diaframma flessibile  che le onde gfanno arretrare con la loro forza e che si propone di utilizzare per produrre energia elettrica.

 

 

LA MIA AUTOMOBILE ELETTRICA IDEALE

La vera automobile elettrica da produrre in gran serie non può essere semplicemente un’auto come quella esistente alla quale si è sostituito il motore a carburante con uno elettrico. Deve  invece essere un mezzo completamente nuovo e progettato interamente in funzione del nuovo propellente. Ad esempio non deve avere un solo  ma quattro motori inseriti nelle ruote onde rivoluzionare interamente tutte le attività del mezzo dalla trazione alla frenata,  all’ammortizzazione degli urti: tutto deve essere studiato ex novo!